MOSTRE

ICH BIN EIN BERLINER

coll. with : Gianmatteo Bonaldo
year : 2014
location : Archivio Sacchi - Milano 
subject : anniversario 70 anni delle resistenza 
work : design

IMG_5405 Quello di Berlino, é sicuramente la piú conosciuta tra le bariere fisiche e militari che hanno separato popoli e territori. Simbolo di divisione di una cittá, di un Paese e dell’Europa intera, avrebbe dovuto rappresentare, con la sua caduta, l’inizio di un nuovo Mondo. Purtroppo cosí non é stato, secondo la rivista francese courrrier international, i muri dal 1989 ad oggi sono aumentati da 15 a 55. Solo negli ultimi dieci anni, sono stati costruiti circa diecimila chilometri di nuove barriere. Le motiviazioni piú accreditate che ne accompagnano la costruzione sono principalmente due: il volersi difendere dal terrorismo ed il voler limitare l’immigrazione irregolare. La realtá é che i principali risultati sono il controllo della mobilità di persone e merci, sotto un disinteresse quasi totale della attenzione mediatica.   LINEE TOT_DEFF Partendo da queste riflessioni é nata la volontà di creare un progetto il cui scopo fosse quello di dare visibilitá a questi contesti in maniera diversa da quelli che sono i media tradizionali. Per fare questo abbiamo deciso di declinare l’informazione in estetica, creando nel fruitore un interesse che utilizzi la curiosità e la sorpesa dell’inaspettato come principale mezzo di comunicazione. Questo ragionamento ha trovato il proprio luogo d’elezione nello spazio pubblico e più in particolare nella progettazione di una seduta di arredo urbano. “ICH BIN EIN BERLINER” é una serie che si compone di 55 sedute, tante quante le bariere nel mondo. La singola panchina è formata da una seduta in legno massiccio, segnata per la sua larghezza da un taglio di cemento, riproduzione grafica di un muro esistente, al quale si aggiungono i nomi dei paesi coinvolti, la data di costruzione e la lunghezza del muro. Attraverso la propria estetica da un lato, e la propria materialitá dall’altro, ognuna di queste sedute ha in sé la volontá di essere spunto inconsapevole e non obbligato di pensiero critico sul tema della libertá.

Annunci